fbpx

#etmetodo – La formazione gratuita è meglio di quella a pagamento

La formazione gratuita è

il miglior metodo per accedere ai consigli TOP del momento
senza dover buttare soldi inutili  

I Gruppi Facebook

Qualunque sia il settore in cui operi, sicuramente qualcuno ha già pensato di aprire un Gruppo Facebook, che nel tempo si è riempito di persone pronte a darti dritte per risolvere i tuoi dubbi o problemi, a qualsiasi ora, in qualunque giorno dell’anno, ma soprattutto 

GRATIS

Perchè

Perché grazie ai gruppi, gli utenti non devono mai spostarsi da Facebook per ottenere tutte le informazioni di cui hanno bisogno, per poi poter tornare tranquillamente al cazzeggio, senza dover uscire dal social.  

Cosa

Puoi chiedere qualsiasi cosa in un gruppo di Facebook; stai pur certo che qualcuno risponderà.

Una volta che il primo avrà risposto, se non conosce la risposta, convocherà, citandolo, il suo miglior amico, o perché no, il cugino, per darti la miglior dritta che potrai ottenere, nel minor tempo possibile.

A quel punto non dovrai fare che applicare il consiglio, magari solo dopo che avrai finito di cazzeggiare su Facebook, e aspettare. Stai sereno 😉  

Chi

L’accesso ai gruppi è spesso soggetto a controlli da parte degli amministratori, ma vai tranquillo che sarai accettato a tempo di record.

Stai attento però, perché mentre l’accesso è semplice, anche uscirne potrebbe esserlo altrettanto.

Infatti, se ad esempio dimostri di essere uno che manda a fanculo un membro, che ti ha risposto copincollando frasi prese da veri esperti del settore, che magari scrivono nei propri blog le soluzioni, e tu ingenuamente te ne accorgi e glielo fai notare, rischi di essere bannato.

Puoi essere bannato anche per una serie di altri motivi, che non sempre sono citati all’interno delle policy, che non tutti questi gruppi hanno, ma a pura discrezione degli amministratori e moderatori del gruppo.

Per cui occhio agli imprevisti, perché una volta fuori, non potrai più accedere alle perle a te riservate.  

Quanto

Come anticipato fin dall’inizio, l’accesso alle informazioni che potrebbero per sempre risolvere tutti i tuoi problemi è FREE!

Ma adesso è il mio turno, perché questa è la mia newsletter e non ci sono coglioni in giro che stanno per entrare nella discussione per poter dire quello che gli passa per la testa.

Perché il tuo caso, è una cosa seria, e non può passare al vaglio di un soggetto qualunque, ma deve essere analizzato da te e da un vero esperto, che nella maggior parte delle ipotesi, ti saprà fornire una vera soluzione, adatta al tuo caso e non qualcosa che va bene per tutti.

Esempio pratico OFF-SEO:

2 anni fa, ho avuto bisogno di acquistare un decespugliatore, per sistemare i bordi del mio giardino.

Dopo “attente ricerche”, ho optato per un prodotto a basso costo, acquistato al brico di turno, pagato 50 euro. Ho potuto usare il prodotto (che è ancora praticamente nuovo), finché non si è rotto il “Push and Go”, ovvero il pulsante che si trova sulla parte più estrema del decespugliatore (in realtà tagliabordi), che serve per allungare il filo durante le operazioni di taglio. La sua struttura era così esile, che dopo al massimo 10 colpi è andato fottuto. Mi sono quindi recato al brico, che mi ha detto che avrebbe provveduto alla sostituzione. Dopo qualche giorno sono tornato li per chiedere quanto ci volesse e mi hanno detto che per quel tipo di danno non c’era la garanzia, così gli chiesi comunque di ordinarmi il pezzo, mentre il mio giardino, oltre che risultare incompleto, dava segni sempre più evidenti di incoltura. Dopo ancora qualche giorno, mi sono recato li di nuovo, per sapere quanto mancasse all’arrivo del pezzo, quando il proprietario mi ha risposto che quel pezzo era irreperibile e che non avrei potuto far altro, che acquistare un altro decespugliatore.

In questa piccola disavventura ci sono molte cose da considerare, che oggi a posteriori posso elencare più lucidamente rispetto a quel presente in cui ero letteralmente accecato dalla collera: 

  1. Se avessi seguito il consiglio di un esperto avrei ottenuto un prodotto migliore da subito, magari spendendo qualcosa in più (in questo caso circa 150 euro in più), ma senza poi dover subire frustrazioni.
  2. E’ vero che inizialmente ho speso poco, ma sono dovuto recarmi sul posto altre 2 volte dopo aver rotto il pezzo, senza risolvere mai nulla e aggiungendo alla spesa iniziale, ulteriori 2 ore per visita (il mio tempo è preziosissimo), la benzina, ma anche pezzi di fegato lasciati sparsi lungo le corsie del brico.
  3. Durante il periodo di incoltura, ho dovuto spiegare a tutti i miei ospiti il perché il mio giardino fosse in quello stato.
  4. Ho dovuto sopportare i “te l’avevo detto di mia moglie”.
  5. forse altre cose che ormai ho rimosso…

Insomma, se invece avessi speso subito 200 euro circa, non avrei subito una serie di conseguenze, che si sono solo sommate alla spesa complessiva e che mi hanno allontanato dal risultato finale, cioè avere un giardino in ordine, con il minimo sforzo.

Spostando l’argomento su quello che riguarda il tuo di obiettivo, fatti bene i conti prima di recarti nel gruppo/brico di turno e chiedere informazioni al primo commesso libero, perché potrebbe essere uno stagista, che non ha la minima idea di quale sia la differenza tra un decespugliatore e un tagliabordi (a guardarsi molto simili tra loro). Perché potresti doverti recare più volte nel post e scoprire che ci sono persone con pareri discordanti, che usano la visibilità del post per far vedere chi ce l’ha più lungo, e che invece di offrirti una soluzione, si limitano a dirti che quello che dice l’altro è sbagliato.

Alla fine, quello che avrà la risposta giusta, sarai sempre tu, e sarai tu a dire a loro che sarebbe meglio non mettere più a catalogo prodotti di cui è impossibile reperire i ricambi (ovviamente avevo anche cercato online, questo non te lo avevo detto, ma lo faccio ora; comunque nada. non esiste quel pezzo per quel tagliabordi).

Qui non si tratta di “CHI POCO SPENDE ASSAI SPENDE”

Qui c’è in ballo il tuo futuro, perché se il tuo progetto va in mona, non potrai prendertela con nessuno, per cui, come alla fine dico sempre, quello che ti serve è un METODO!

Il metodo ti aiuterà anche a scegliere, non solo il corso giusto, ma anche il professionista giusto, il libro giusto, il video giusto, il post giusto e così via..

Orientarsi oggi nel mondo digitale è sempre più complesso, per cui, pensa a me che giro a vuoto con in mano un attrezzo rotto e irreparabile, prima di chiedere consigli dove quello che ne sa di più, è uno che chiede l’elemosina fuori dalla porta del centro commerciale.
  IO TE L’HO DETTO! IL TUO FEEDBACK E’ IL MIGLIOR MODO PER FARMI DARE IL MASSIMO
AIUTAMI A PORTARE IL METODO OVUNQUE! 👊


Emanuele Tolomei

Sono un esperto di marketing e comunicazione digitale. Opero dal 2005, come formatore e responsabile di centinaia di progetti digitali personali e di altri imprenditori digitali. In questo sito, divulgo informazioni utili per chi oggi si trova di fronte a delle scelte importanti relative al digital marketing in relazione agli obiettivi aziendali e personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

SEGUIMI NEL TUO SOCIAL PREFERITO

ET - EMANUELE TOLOMEI - P.IVA IT01629530559

Località Collicelle, 02010 Labro RI